Logo Casa Treviso Logo Rete Italia



24/07/2017
PENSIONE ANTICIPATA: IN G.U. I DECRETI ADEMPIMENTI

Treviso 24 luglio- Comunichiamo che sulla Gazzetta Ufficiale del 16 giugno u.s. sono stati pubblicati i dei due decreti su APE Social. ~ Quota 41 per i precoci. I soggetti interessati a sfruttare la flessibilità in uscita e ad andare in pensione in anticipo potranno pertanto predisporre la documentazione necessaria e inviare le apposite domande entro il 15 luglio. Sulla materia anche l'INPS ha pubblicato le circolari operative n.99 e 100 contenenti le disposizioni attuative dei due provvedimenti e necessarie a dare il via agli applicativi online dell'Istituto. A decorrere da sabato 1 7 giugno è infatti possibile trasmetterele istanze di accesso ad APE Social e Quota 41 all'istituto nazionale di previdenza sociale. In base a quanto si legge nelle circolari pubblicate dall'INPS è confermata la necessità di inviare due differenti domande d'accesso per usufruire di APE Social e Precoci. La prima istanza dovrà essere trasmessa entro il prossimo 15 luglio (per chi matura i requisiti entro quest'anno) e servirà per accertare il possesso dei requisiti previsti dalla normativa. La richiesta dovrà essere inviata da tutti coloro che perfezioneranno i requisiti entro il 31 dicembre 2017. La seconda istanza dovrà invece essere trasmessa nel momento in cui verrà conseguita la prestazione. Potrà accedere chi ha compiuto almeno 63 anni, versa in condizione di bisogno e non ha ancora l'età per la pensione di vecchiaia. Mentre per i precoci si apre una finestra di uscita alla pensione con 41 anni di contributi versati (contro i 41 anni e 1 O mesi per gli uomini e i 42 e 1 O mesi se donne) a patto di rientrare in una delle quattro categorie di disagio valide per l'Ape sociale: disoccupazione da almeno 3 mesi, familiari disabili a carico, una invalidità pari o superiore al 75%, aver svolto un lavoro usurante per almeno 6 anni negli ultimi 7 e poter far valere almeno 12 mesi di contribuzione per periodi di lavoro effettivo precedenti il raggiungimento del diciannovesimo anno di età. Le domande di Ape sociale saranno accolte nel limite di spesa di 300 milioni di euro per quest'anno e fino a 609 milioni di euro per il 2018. Quelle per i precoci fino a 360 milioni quest'anno e 505 l'anno prossimo.
torna indietro
TAG CLOUD