Logo Casa Treviso Logo Rete Italia



17/11/2016
L’UNIONE FA LA FORZA, ED E’ LA FORZA DEGLI ARTIGIANI

“La burocrazia ci ostacola e ci penalizza? Gli artigiani rispondono con l’unione e la coesione della categoria. La rete di confidi è l’unico sistema per fare quadrato, garantire liquidità e dare risposte decise e veloci alla crisi.” Così il Presidente Piergiovanni Maschietto annuncia la nascita della “RETE ADRIATICA CONFIDI IMPRESE”, organismo autonomo che raccoglie l’adesione dei Confidi non vigilati, indipendentemente dalle Associazioni Categoriali di riferimento. La nuova agenzia è stata promossa da Federveneto Imprese Casartigiani e Piergiovanni Maschietto, presidente della realtà provinciale trevigiana e di un confidi artigiano di primo livello, è stato nominato presidente della Rete Adriatica.
Ci poniamo l’obiettivo di fare sinergia tra i vari Consorzi- spiega Maschietto- condividere ed ottimizzare le risorse per una crescita comune e organica, con l’intento di partecipare alle opportunità pubbliche nazionali ed europee di reperimento di risorse da destinare ai singoli Consorzi per le garanzie da erogare alle imprese.”
La necessità di aderire ad una rete è imposta dalla nuova normativa di legge, ma l’idea di montare su questo treno senza indecisioni è partita dal Veneto ed è osservata da moltissime altre realtà, che stanno poco alla volta aderendo, fino alle Marche. La Rete è aperta a tutti i Confidi non vigilati della fascia adriatica, dell’artigianato, del commercio, dell’industria e dell’agricoltura, con lo scopo di accrescere le loro potenzialità.
“Le banche e Veneto sviluppo- prosegue Maschietto- già da quattro anni privilegiano solo i confidi vigilati ed hanno ridotto le possibilità operative per gli ex 106, i non vigilati che spesso fanno riferimento alle categorie presenti nel territorio. Sono gli unici in pratica che si staccano dai normali tempi burocratici degli istituti di credito, ma danno risposte rapide e veloci per importi anche bassi. La normativa ci ha imposto una rete di confidi: ci siamo adeguati e organizzati. Ora chiediamo che anche la Regione ci consideri e ci garantisca pari dignità degli altri, soprattutto nell’indirizzare Veneto Sviluppo ad operare con le controgaranzie anche verso i non vigilati.
torna indietro
TAG CLOUD